top of page

Offerta didattica ArtDays - Napoli Campania 2022

Aggiornamento: 7 ago 2023

In occasione della seconda edizione degli ArtDays - Napoli Campania, che si sono tenuti dal 24 al 27 novembre, l'associazione culturale riTROVO si è occupata della gestione della parte didattica dell'evento.


Il percorso di progettazione, iniziato a settembre 2022, ha visto una prima fase di formazione per 14 fra studentesse ed ex-studentesse dell'Accademia di Belle Arti di Napoli. In questo periodo ci siamo concentratə sulla costruzione della metodologia per la creazione di un progetto, dalla ricerca dell'idea fino alla stesura per iscritto, dalle prove in Accademia fino alle simulazioni negli spazi indicati dalle attività progettate.


Questo percorso ha così permesso alle persone coinvolte di fare un percorso di formazione completo, accompagnate fino alla realizzazione delle loro idee e la loro messa in pratica in totale autonomia, il risultato sono 11 attività svolte nelle città di Napoli, Salerno e Sorrento che vi presentiamo di seguito in ordine di svolgimento nelle giornate degli ArtDays - Napoli Campania.



Titolo: DIDA - DIDASCALIE D'ASPORTO

Di riTROVO

Dove: Museo Filangieri - Napoli


L'attività, già parte dell'offerta didattica dell'associazione culturale riTROVO, si incentra sulla facoltà di reinterpretare il modo in cui ci rapportiamo alle didascalie di un'opera all'interno dei musei, riscrivendole a partire da parole casuali, intrecciandole fra loro fino ad arrivare ad una nuova didascalia che sia interpretativa.




Titolo: PORTAMI A SPASSO I PENSIERI

Di Valentina Milone & Carmela Freda

Dove: Galleria Umberto Di Marino, Galleria Ingenito, Galleria Acappella, Andrea Nuovo Home Gallery - Napoli


L'attività si conforma in un walking tour che vuole invitare le persone a riflettere ed interrogarsi su ciò che osservano, prendendo nota di tutto ciò che emerge, pensieri, risposte, dettagli, utilizzando un taccuino.

La peculiarità del taccuino, smontabile, permette nella parte finale di scambiarne le sue parti, così come i partecipanti saranno invitati a scambiare i propri pensieri per una restituzione finale sottoforma di dialogo.




Titolo: RI-SCOPRIRE - VIAGGIO ALTERNATIVO

Di Annunziata Severino & Alessia Chiarolla

Dove: Studio Trisorio, Showroom Trisorio, Galleria Le 4 Pareti, Gallerie Riunite - Napoli


L'attività, un walk tour, si pone attraverso una narrazione che intende costruire delle percezioni totalmente personali dei luoghi visitati, per arrivare ad attivare un coinvolgimento più diretto e profondo con i partecipanti, lasciando loro la possibilità di tenere traccia del percorso su di un taccuino.




Titolo: WRITE AN EMOTION

Di Fiorella Verile

Dove: Labinac - Napoli


Partendo dall'osservazione e dalla narrazione applicata al contesto l'attività cerca di porre l'attenzione sugli accenti che permettono alle persone di esprimere le proprie emozioni, attrvaerso un segno, una traccia, un disegno, che diventano mezzi di relazione opere e partecipanti.

Purtroppo L'attività non si è svolta per problemi di salute, ma ci tenevamo a condividere quella che sarebbe dovuta essere.


Al suo posto si è tenuta

Titolo: COORDINATE COONTEMPORANEE

Di riTROVO


L'attività laboratoriale mira a destrutturare il concetto di arte e i rapporti fra questa e le persone, utilizzando una metodologia che mette in relazione spazi, opere e persone. Attraverso l'esplorazione del dentro e del fuori si invita i partecipanti a ricercare le proprie coordinate personali per leggere l'arte, il museo, il quotidiano.




Titolo: HABITAT: STORIE CHE SI INTRECCIANO

Di Grazia Pasqua Patricelli

Dove: Fondazione Plart - Napoli


Il laboratorio didattico ruota intorno alla tematica dell'abitare, come forma ampia di intreccio, di dialogo collettivo dal cui ascolto nasce una rete di interazioni e legami.

Le azioni dei partecipanti sono scandite dal passaggio di un gomitolo di lana rossa, che intreccia una vera rete, la quale diventa poi la base su cui abitare gli spazi.




Titolo: L'ALBERO DELLE ESPERIENZE

Di Maria Andreea Lavric

Dove: La Casaforte - Napoli


L'attività si delinea come laboratorio di espressione artistica che cerca di mettere in relazione il fruitore con l'opera, manifestando l'esperienza di visita attraverso la costruzione di un artefatto, ovvero un piccolo albero avente come tronco una bottiglia vuota e i cui rami, partendo da fil di ferro, prendono forma con materiali di scarto.




Titolo: LEGÀMI

Di Stefania Trotta

Dove: Quartiere Latino - Napoli


L'attività cerca di mettere in risalto le contraddizioni dell'arte contemporanea fra quelli che sono i legami sentimentali e giuridici di un'opera, per assumere consapovellza circa la creazione e la veicolazione di essa.

L'intento è quello di creare un'opera partendo da un punto comune, la pagina di un libro, la quale cerchiando parole chiave e legandole fra loro daranno vita ad una poesia visiva, sul retro di questa pagina una lettera d'intenti per "vendere" il proprio lavoro.




Titolo: ARCHIVI - PERCORSI DI MEMORIA

Di Ilena Ragosta

Dove: Gaudium Gallery, Magazzini Fotografici - Napoli


L'attività si articola a metà fra un walk tour e un'attività laboratoriale e riflette sul ruolo dell'immagine nel contemporaneo. Partendo da una foto d'archivio ci si lascerà influenzare da tutto ciò che si incontra nel percorso, lasciando una traccia sulla foto, decostruendo l'immagine iniziale ricostruendone una nuova, per riappropiarsene.




Titolo: W.I.P. - WINDOW IN A PALM

Di Vittoria Maione

Dove: SuperOtium, Underneath the Arches, PuntozeroValeriaApicella - Napoli


W.I.P. è un gioco che permette di interagire in modo diverso con ciò che ci circonda. L'attività mira a decostruire uno spazio, un oggetto esistente per cercare di reimmagiarlo, utilizzando dei fogli di acetato colorati di cui è dotato è possibile tracciare nuove prospettive di sguardo.

Scambiandone i fogli fra i partecipanti si genera quello che è uno scambio, fisico e verbale, su quella che è stata l'esperienza condivisa.




Titolo: PERDERSI PER RITROVARSI

Di riTROVO con Maria Cristina Sarno & Erika Torlo

Dove: Galleria Verrengia, Centro storico - Salerno


Ispirata dal Movimento Internazionale Situazionista degli anni '60 e dalla pratica artistica della Deriva Situazionista, l'attività ci pone la domanda: cosa significa perdersi?

Cercando la risposta cambiando punto di vista i partecipanti sono invitati a delineare una mappa psicogeorgafica, ovvero costruita non con lo sguardo ma con i sensi, da queste si aprirà poi il dialogo su come sia possibile perdersi per ritrovarsi.


Scarica QUI il template per sperimentare questa pratica in autonomia.




Titolo: DE-RI-COSTRUIRE

Di ROSALBA AVVENTURA & ELENA IACONO

Dove: SyArt Gallery, Villa Fiorentino, ExtrArtis - Sorrento


L'attività, nella prima parte walk tour poi vero e proprio laboratorio condiviso, si propone di decostruire le percezioni e le impressioni che si hanno delle opere e del luogo.

Raccogliendo metaforicamente un pezzetto di opere e spazi, ritagliando stampe, si decostruirà ciò che incontra lo sguardo per poi ricostruirlo nella fase finale in un'opera condivisa.